IL BLOG DI STUDIO SINAPSY

Le Funzioni Esecutive: cosa sono?

Untitled

Le Funzioni Esecutive includono una varietà di processi cognitivi (inibizione, pianificazione, memoria di lavoro, flessibilità, ecc.) finalizzati all’applicazione di comportamenti complessi, che consentono agli individui il raggiungimento di obiettivi determinati. L’espressione Funzioni esecutive è comparsa nel 1983 con Lezak che affermò che esse potevano essere definite come quelle capacità cognitive che rendono un individuo in grado di eseguire un comportamento indipendente, finalizzato e adattivo.

 

Questa tipologia di processi cognitivi rappresenta la parte più evoluta dell’essere umano; il loro studio, per quanto concerne l’età evolutiva, è iniziato negli anni Novanta, ma già in un paio di decenni le conoscenze sono aumentate in modo esponenziale riuscendo a definire modelli capaci di descrivere il funzionamento della mente dei bambini quando sono impegnati nell’utilizzo delle Funzioni Esecutive. 

Nelle azioni di tutti i giorni possiamo dividere quelle caratterizzate da:

 

  • Schemi automatici che vengono attivati rapidamente in situazioni note per i quali esiste uno schema consolidato di risposta e quindi non richiedono un’attivazione massiva di risorse

 

  • Schemi controllati, cioè pianificati e verificati passo dopo passo in situazioni nuove o per le quali non esiste uno schema consolidato e che ci portano ad un’attivazione massiva di risorse.

 

Quali sono le Funzioni Esecutive?

 

  • Attenzione
  • Memoria
  • Inibizione
  • Pianificazione

 

Queste ci permettono di:

 

  • Formulare obiettivi e piani
  • Ricordarli nel tempo
  • Scegliere e iniziare azioni per raggiungerli
  • Monitorare il comportamento e «adattarlo»

 

Inoltre le FE consentono al bambino di regolare se stesso in situazioni in cui è richiesto un controllo attivo del proprio comportamento.

 

Sono indispensabili per l’autoregolazione in tutti i contesti in cui non sia disponibile o sufficiente uno schema automatico.

 

Ricordiamo inoltre che trattamenti precoci delle FE sono efficaci, in associazione ad altri trattamenti, per il potenziamento delle abilità di autoregolazione.

 

 

 

Il “Disturbo alle Funzioni Esecutive”, riguarda una difficoltà di programmazione, organizzazione, controllo comportamentale o flessibilità nell’adattarsi a situazioni nuove. A ciò si aggiunge che la nostra organizzazione sociale impone, anche ai bambini, una sempre maggiore capacità di ottimizzare i tempi, per svolgere diverse attività in modo rapido ed efficiente; ma molti, anche in ambito scolastico, sono gli alunni che non hanno le risorse per adeguarsi a questi standard, manifestando la sintomatologia della Disfunzione Frontale, che ha notevoli sovrapposizione con quella del Disturbo di Attenzione / Iperattività, con forti compromissione della capacità attentiva e di concentrazione.

 

Grazie a una valutazione neuropsicologica è possibile individuare le difficoltà che il bambino attraversa, garantendo un percorso riabilitativo mirato e specifico.

 

 

dr.ssa Ancora, Psicologa e Neuropsicologa

dr.ssa Rita Dalila Greco, Psicologa e Neuropsicologa 

Studio Sinapsy Firenze

 

Leggi altri articoli di Studio Sinapsy

Psicomotricità

Cosa è la Psicomotricità Funzionale?

La stretta relazione tra mente e corpo ci spinge a utilizzare il corpo come grande risorsa per il cambiamento, soprattutto in tutte quelle situazioni in cui si sperimentano difficoltà o disabilità. E’ attraverso il corpo che ci muoviamo nel mondo e che agiamo sull’ambiente per mezzo dell’azione e del movimento:

Leggi Tutto »
corsi di formazione per insegnanti
Apprendimento e sviluppo

Nuovi corsi di formazione per insegnanti sui DSA allo Studio Sinapsy

Come aiutare i ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) possono portare i bambini e gli adolescenti ad avere maggiori difficoltà nell’acquisire e utilizzare le abilità di lettura, scrittura e calcolo. I DSA sono condizioni permanenti, ma possono essere gestiti con il supporto adeguato. Gli insegnanti hanno

Leggi Tutto »
insegnanti dsa
Apprendimento e sviluppo

Come gli insegnanti possono aiutare i ragazzi con DSA?

Gli insegnanti hanno un ruolo importante nel sostenere i ragazzi con DSA. Con le giuste strategie e risorse, gli insegnanti possono aiutare i ragazzi a raggiungere il loro pieno potenziale scolastico e personale. Strategie per insegnanti Ecco alcune strategie che gli insegnanti possono utilizzare per aiutare i ragazzi con DSA:

Leggi Tutto »

Cerchi uno psicologo a Firenze?

Fai il primo passo: compila il questionario

Supporto psicologico a Firenze

I Professionisti dello Studio Sinapsy si occupano di Sostegno Psicologico e Psicoterapia per bambini, adolescenti, adulti e famiglie, diagnosi e trattamento dei disturbi dell’età evolutiva ed adulta, Neuropsicologia, consulenze in materia di Psicologia Giuridica e Psicomotricità Funzionale per adulti e minori.

Il nostro Studio è accreditato dalla Regione Toscana per il rilascio della certificazione dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento DSAp, secondo le Linee Guida Regionali.

La valutazione viene effettuata dalla nostra equipe multidisciplinare.